Di certo l’audacia è una delle più grandi virtù ed è esattamente ciò che conferisce ad Ulysse Nardin la capacità di saper trasgredire, sfidando ogni scelta e ogni tecnologia su cui la Manifattura di Le Locle decide di puntare lo sguardo.

Con Ulysse Nardin si è sempre pronti ad incontrare l’incredibile ed è proprio rompendo gli schemi che l’intero team sfida le convenzioni e ci sfida ad esplorare i tesori dell’oceano. Essi stessi affermano che alcuni uccelli non sono pensati per essere ingabbiati e, questo è chiamato libertà e libertà sta nell’essere audaci”. Osservare il mondo, viaggiare attraverso il tempo e scoprire il nuovo Freak Vision anche se forse non sarete pronti a crederci…

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Ulysse-Nardin-Freak-Vision-SIHH-2018-17-1024x683.jpg

Una delle novità del SIHH 2018 che ha lasciato a bocca aperta gli amante della Haute Horlogerie

Al Salone di Ginevra 2018, Ulysse Nardin introduce il primo orologio automatico della collezione Freak: il FREAK VISION ref 2505-250, una meraviglia della Haute Horlogerie che incorpora rivoluzionarie innovazioni già presentate nell’Ulysse Nardin InnoVision 2 Concept Watch al SIHH 2017. Come ben sappiamo, Ulysse Nardin è un pioniere delle innovazioni nella misurazione del tempo, non ultimo per la sua padronanza senza precedenti nell’uso del silicio, introdotto nell’alta orologeria con il primo segnatempo Freak presentato già nel lontano 2001. Quest’anno tra i cambiamenti troviamo una ruota del bilanciere in silicio super leggero con masse in nickel (brevetto nuovo) e microlame stabilizzatrici che servono a regolarizzare l’amplitudine ed aumentare in modo significativo la precisione, il tutto in una nuova cassa resa ancora più sottile da un vetro zaffiro a cupola.

Il tempo è ancora indicato alla maniera del “Freak”, che distingue l’intera collezione, ossia dallo stesso movimento baguette, un Carousel Tourbillon volante, che ruota intorno al proprio asse. Eppure i componenti di design sono completamente diversi. Nuovo è anche il ponte superiore lavorato in 3D che si ispira allo scafo di una nave mantenendo fede alle radici del brand mentre il vetro a cupola consente la realizzazione di una parte centrale della cassa e una lunetta più sottili. Infine, la cassa in platino è interamente nuova, con nuove anse, nuova lunetta e inserti in caucciù sul lato: un insieme di elementi che conferiscono all’orologio un aspetto ancora più deciso e accattivante.

Le novità tecniche più importanti sono quella del Grinder Automatic Winding System e l’Ulysse Nardin Anchor Escapement. La prima rivoluziona completamente la trasmissione di energia, superando di ben due volte i sistemi esistenti per efficienza. Il Grinder sfrutta perfettamente anche il minimo movimento del polso grazie al rotore oscillante collegato ad un telaio contenente quattro bracci, che dà al sistema automatico il doppio della coppia, in pratica è come avere quattro pedali su una bici anziché due, mentre un meccanismo di guida flessibile ne limita drasticamente l’attrito.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Ulysse-Nardin-Freak-Vision-SIHH-2018-15-1024x683.jpg

L’ Ulysse Nardin Anchor Escapement, invece, si basa sul principio dei meccanismi flessibili e sfrutta l’elasticità delle molle piatte. Presenta uno scappamento a forza costante interamente realizzato in silicio e una cornice circolare con una forchetta che si muove senza frizione. La forchetta è fissata al centro ed è supportata nello spazio da due minuscole molle a lama, che, montate perpendicolarmente una sull’altra, sono soggette ad una forza di curvatura che le piega e le mantiene in uno stato doppiamente stabile. Il risultato è un bilancio energetico positivo che mantiene le oscillazioni della ruota del bilanciere ad una velocità costante senza influenzare le variazioni di coppia dalla molla motrice.

Davvero unico con il suo design d’avanguardia, svela l’ignoto e…“FREAK ME OUT”!

Scopri di più sul sito Ulysse Nardin!