Da qualche anno l’acquisto di un Rolex sportivo è diventato per molti una sorta di caccia al tesoro. Appassionati e non, si aggirano invano per il globo alla ricerca della tanto desiderata referenza, per poi accorgersi che il mondo globalizzato è diventato davvero molto piccolo.

Dal più bramato e introvabile Cosmograph Daytona si è passati in poco tempo all’esigua disponibilità di GMT-MASTER II, per arrivare, quest’anno, alla scarsa reperibilità del Rolex professionale per antonomasia, il Rolex SUBMARINER. Presentato nel 1953, il Rolex Submariner è entrato nella storia dell’orologeria per esser stato il primo orologio impermeabile fino a 100 metri di profondità. Oggi, oltre ad aver raggiunto i 300 metri di profondità, è diventato il compagno di viaggio non solo per gli amanti dei fondali marini, ma anche fedele compagno in ogni circostanza.

In termini commerciali, il Rolex Submariner è sempre stato tra i modelli più richiesti e disponibili presso i concessionari. E’ stato ed è per molti – insieme al Datejust – la porta di ingresso principale per entrare nell’universo Rolex.

Rolex 116610LN & 116610LV

Perché andrà fuori produzione?

I più attenti e attivi appassionati avranno notato come dall’uscita del Rolex Gmt Master II 126710BLRO, il famoso ‘Pepsi’, con cassa ridisegnata ed equipaggiato del nuovo Calibro 3285, Rolex abbia incominciato a distribuire sempre meno Rolex GMT MASTER II ceramica. Parliamo dei classici GMT 116710LN/BLR, per toglierli successivamente dalla produzione con l’introduzione nel 2019 del nuovo Rolex 126710BLNR .

Rolex 126710BLRO

Proprio basandoci su questo assunto potremmo ipotizzare che anche il 116610LN/LV e il 114060 siano destinati ad andare in pensione. L’attuale Submariner presentato nel 2012, è rimasto l’unico sportivo ad essere equipaggiato col Calibro 3130 per il 114060 e il 3135, per il 116610LN/LV. Questo leggendario movimento è stato in qualche modo l’artefice del successo degli orologi Rolex degli ultimi 20 anni, vantando una grande affidabilità e precisione.

Tuttavia, con l’introduzione nel 2015 del nuovo Calibro 3255, Rolex ha dato vita a una nuova e più evoluta, famiglia di movimenti. La riserva di carica è infatti passata da 48 a 70 ore, mentre i parametri di precisione sono stati ridefiniti con tolleranze ancora più ridotte, grazie soprattutto al nuovo scappamento Chronergy che garantisce il 15% in più di rendimento energetico.

Il nuovo Calibro 3235

Come sarà il prossimo SUBMARINER ?

Il nuovo SUBMARINER 126610 (?) che sarà presentato a Baselworld 2020, sarà probabilmente equipaggiato col nuovo Calibro 3235, già in dotazione coi nuovi DATEJUST in produzione dal 2017. Anche la cassa sarà plausibilmente ridisegnata per renderla più affusolata e meno massiccia delle referenze attuali. Proprio come avvenuto per i DATEJUST , per il GMT MASTER II e come richiesto da gran parte degli appassionati – vedi il sottoscritto – che rimpiangono l’ergonomia e l’eleganza delle casse e delle anse a quattro e cinque cifre.

Sono sicuro che Rolex anche questa volta non deluderà. La storia della maison di Ginevra è all’insegna della costante evoluzione in termini di precisione, di design, mantenendo sempre una linea piuttosto conservatrice. Ogni nuovo modello creato dalla casa coronata si è sempre rilevato contemporaneo e affidabile in ogni circostanza. Questa è la chiave del successo di Rolex, ed è questo che noi appassionati ci aspettiamo.

Clicca qui, per saperne di più sullo scappamento Chronergy