Negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria “corsa al bronzo”. Alcune tra le maison più importanti del settore, si sono avventurate nel produrre i propri orologi in questa lega molto particolare su cui Oris ha fatto da apri pista, facendo breccia nel cuore degli appassionati.

Ormai diversi anni Oris ci ha abituato all’utilizzo del bronzo e ritengo che tra tutti i brand sia quello più specializzato. Tante aziende hanno deciso di produrre i loro orologi in questa lega speciale, perchè la patina che si crea rende unico ogni singolo orologio ed abbiamo un prodotto completamente unico da quello di un’altra persona.

La patina dipende da tantissime variabili, come la temperatura in cui vive l’orologio, l’umidità, il ph della pelle del proprietario, la durezza dell’acqua e tutto questo porta ad avere ogni singola volta una patina diversa. Questo aspetto ha sicuramente trovato terreno fertile in quell’orologeria che cerca di offrire sempre di più prodotti esclusivi ed unici.

VARIETA’ DEI MODELLI

Oris da sempre ha sperimentato, proponendo tanti dei suoi modelli in questo fantastico materiale. Dando cosi tanto spazio al bronzo è riuscita a far “abituare” il proprio pubblico ed in generale tanti appassionati. Ritengo che i nuovi Pointer Date bronze con il bracciale interamente in bronzo siano riuscitissimi, ma non dimentichiamoci dei Candy 65 divers presentati in 38mm qualche mese fa.

Credit: Worn & Wound

PIONIERE NELL’UTILIZZO SU CASSA E BRACCIALE

Oris è stata l’azienda col maggiore successo da questo punto di vista perchè ha integrato il bronzo abbinandolo all’acciaio, fino alle ultime uscite con interi bracciali in bronzo. Un risultato estremamente riuscito sia esteticamente che dal punto di vista tecnico. Il bronzo può sembrare più fragile dell’acciaio inox classico, ma stando alla scala Vickels, che valuta la durezza dei materiali, il bronzo ha un risultato abbastanza analogo all’acciaio (e nettamente superiore a quello dell’oro, ad esempio) quindi si può stare più che tranquilli sul suo utilizzo per il bracciale.

Sembrerà una banalità, ma Oris è stata molto brava nell’integrare questa lega nell’interezza del proprio disegno, abbinando molto spesso questo materiale a colori e stili vincenti.

CONFIGURAZIONI VINCENTI

E questo è proprio l’ultimo motivo. Partendo dai bracciali completamente in bronzo e di realizzazioni uniche, sicuramente quello che ha reso grande Oris e l’ha legata cosi bene al bronzo, è il suo stile unico e la sua personalità. La scelta azzeccata dei colori dei quadranti, delle forme molto bilanciate dei propri orologi ha fatto si che tanti appassionati potessero avvicinarsi a questo materiale senza dover comprare un orologio esteticamente “estremo”.

A mio avviso è questo il vero motivo che ha reso Oris diversa da tutti gli altri produttori di orologi in bronzo. Producendo orologi dal carattere unico, offrendo una alternativa molto particolare e divertente dal tradizionale acciaio. Pochi brand lavorano cosi bene da questa prospettiva, il fatto poi di aver sempre abbinato questa lega a quadranti colorati ha fatto si che venissero fuori degli oggetti davvero unici nel loro genere.

Questi tre aspetti fondamentali mi han fatto arrivare alla conclusione che se oggi apprezziamo il bronzo cosi tanto è grazie ad Oris, una delle realtà più promettenti sul mercato, ad uno dei brand, a mio avviso, più interessanti e che maggiormente apprezzo in questo ultimo periodo.