Dopo il grande successo del Black Bay Pro presentato al Watches & Wonders 2022, dopo la rinascita della linea Ranger, Tudor ha deciso di ampliare la linea Pelagos, con un modello che ha da subito catturato tutto il pubblico.

Tudor con questo nuovo modello ha ascoltato perfettamente le richieste di noi appassionati del Marchio. Volevamo un Pelagos più piccolo, che non perdesse la sua anima sportiva e questo è senza subbio la forza del nuovo arrivato. É un orologio più snello, non solo nelle forme o nelle scelte tecniche, ma proprio come concetto di orologio, senza perdere la sua anima sportiva che è la prerogativa principale di tutta la linea Pelagos.

Il nuovo Tudor Pelagos 39

Un nuovo concetto di Pelagos

Da questa prospettiva si avvicina di più al più grande successo di Tudor ovvero il BB58. Un orologio più semplice, più pulito, più facile da indossare e sfruttare rispetto a tutto quello che vi era sul mercato. Ma sapevano che se si fossero spostati più questi aspetti avrebbero creato un BB58 2.0, cosi hanno optato per mantenere le stesse qualità tecniche del Pelagos 42mm: infatti abbiamo un orologio dinamico, tutto satinato, tecnicamente all’avanguardia, bilanciato nelle linee ed in titanio.

Il Tudor Black Bay 58 Blue ed il nuovo Pelagos 39

Il Pelagos 39 rappresenta un nuovo capitolo per Tudor. Difatti siamo davanti ad un orologio che arricchisce la linea Pelagos e la evolve sotto la prospettiva dell’utilizzo quotidiano. Non che il Pelagos 42mm non sia adatto ad un utilizzo giornaliero, ma confrontandolo con questo nuovo modello, salta subito all’occhio come la vestibilità è davvero migliorata. La nuova cassa, il nuovo bracciale, la scelta di fare un diametro più contenuto, mette al primo posto la bellezza e la comodità nell’indossare un orologio bilanciato e versatile rispetto all’avere un orologio super tecnico.

E’ come se Tudor avesse intrapreso un percorso naturale con l’appassionato. Riesce ad anticipare quelli che sono i gusti, le scelte del pubblico, senza però perdere la sua anima, senza allontanarsi dal suo passato. Ed è indossando il nuovo Pelagos39 che si respirano quelle sensazioni che un appassionato Tudor ritrovava con i modelli vintage di Tudor Submariner, declinate in chiave moderna nei materiali e nel know-how impiegato nei suoi movimenti di manifattura. Orologi tecnici, destinati ad un utilizzo militare, ma con una vestibilità che è diventata poi un punto di riferimento sul mercato degli orologi sportivi da oltre 50 anni.

Specifiche Tecniche

La cassa è in titanio grado 2 e misura 39 mm di larghezza e 11,8mm di spessore. Una specifica molto interessante, rispetto al cugino Black Bay 58, è il lug to lug più corto che aumenta ulteriormente la comodità sul polso(48mm per il BB58 e 46,5mm per il Pelagos 39).

L’impermeabilità è pari a 200 metri grazie alla corona e al fondello a vite. Il Pelagos39 viene inoltre fornito con un bracciale in titanio grado 2 dotato sia di T-Fit che di estensione per muta da 25 mm e un cinturino in caucciù con maglie finali in titanio e fibbia ad ardiglione in titanio (insieme a un’estensione per immersione con cinturino in gomma da 110 mm).

Gli indici monoblocco applicati sul quadrante sono realizzati in composito di ceramica luminescente, una caratteristica che mette in luce l’estetica tecnica, aumentando considerevolmente allo stesso tempo la superficie luminosa degli indici stessi. Il quadrante è composto da due elementi principali: un disco piatto con finitura satinata soleil, che offre un contrasto raffinato e luminoso con la finitura opaca del réhaut microbillé conico a 45°. Infine, il nome Pelagos realizzato in rosso lucido posizionato a ore 6, interrompe la palette bicolore del modello.

Esteticamente il Pelagos39 gioca molto sull’alternanza delle finiture grazie alla satinatura della cassa e del bracciale, in contrasto alla luminosità del disco lunetta in ceramica nera con finitura satinata soleil, dotato di scala graduata con rivestimento luminescente bianco. Come per il Tudor FXD il diametro della lunetta è leggermente superiore a quello della carrure, per garantire una presa ottimale.

Al suo interno troviamo l’affidabile calibro MT5400 – montato anche sui BlackBay58 – con 70 ore di riserva di carica, frequenza di 4Hz e una variazione di marcia compresa tra -2 e +4 secondi nell’orologio. Il Tudor Pelagos39 viene venduto a un prezzo di 4.210 €, circa 300 euro in meno rispetto al Pelagos (4.510€).

IL MIO FEEDBACK

Le conclusioni? Scontante se si parla di Tudor: una volta al polso non si toglie più. Rispetto al fratello maggiore, che sicuramente resta il professionale per eccellenza, qui abbiamo tutto quel senso di leggerezza di cui vi parlavo prima, di comprensione istantanea di cosa si indossa. Di un orologio che vuole si essere tecnico e Pelagos, ma molto più versatile e comodo da indossare tutti i giorni.

Ed è questa la mia visione del nuovo Pelagos 39: un orologio più semplice, più facile da capire ed indossare. E’ giusto sotto tutte le prospettive, sotto tutti i punti di vista. 

 

 

TUDOR Pelagos39
DESIGN
9
FEELING AL POLSO
9.5
RAPPORTO QUALITÀ PREZZO
10
Cosa Ci Piace
Feeling al polso
Grande leggibilità del quadrante
Ottima qualità percepita in rapporto al prezzo
9.5