La classifica delle migliori 20 aziende svizzere di orologi di Morgan Stanley per il 2024 è appena stata rilasciata. La segretezza dell’industria degli orologi svizzeri è qualcosa che probabilmente non cambierà mai, e a causa di ciò aziende come Morgan Stanley elabora stime utili a fornirci un’idea sulle quote di mercato, le vendite unitarie, il fatturato e molto altro.

Questo grafico inerente all’anno fiscale 2023, fa parte di un approfondito rapporto sull’industria degli orologi svizzeri, co-redatto da Oliver R. Muller di LuxeConsult e pubblicato annualmente da Morgan Stanley.

Credits: Morgan Stanley & LuxeConsult

La Classifica delle migliori 20 aziende svizzere di orologi di Morgan Stanley fornisce un buon quadro di ciò che sta accadendo nella parte superiore dell’industria degli orologi svizzeri. È un punteggio per i marchi di orologi più venduti in termini di ricavi e unità. Forse, cosa più importante, offre ai consumatori, ai rivenditori e agli esecutivi dell’industria un’idea generale di dove si trovano i principali marchi di orologi svizzeri su base annuale.

ROLEX RAGGIUNGE I 10 BLN DI VENDITE

Rolex ha raggiunto una pietra miliare storica superando i 10 miliardi di franchi svizzeri di vendite. Questo successo è attribuito all’aumento della quota di mercato del marchio, evidenziando la forte performance e il dominio di Rolex nell’industria degli orologi di lusso.

Nel 2023, Rolex ha registrato una produzione notevole di 1,24 milioni di orologi, generando vendite per un importo di 10,1 miliardi di franchi svizzeri (11,5 miliardi di dollari). Ciò rappresenta un aumento dell’11% rispetto all’anno precedente, evidenziando la significativa crescita e il successo finanziario del marchio.

Cartier sta andando a gonfie vele e ha registrato un notevole aumento dei ricavi, ampliando significativamente il divario tra sé e Omega, che occupa la terza posizione, nonostante l’ipotetico aumento delle vendite di Omega grazie al MoonSwatch.

Vacheron Constantin, il marchio storico sotto il controllo di Richemont, ha raggiunto un significativo traguardo entrando per la prima volta nel prestigioso club delle vendite da 1 miliardo di franchi.

ROLEX SI CONFERMA LEADER DI MERCATO

Le prime 5, Rolex, Cartier, Omega, Audemars Piguet e Patek Philippe, sono rimaste al loro posto, anche se il numero 2, Cartier, ha visto un enorme aumento dei ricavi, mettendo significativamente più spazio tra il numero 3 Omega, il numero 4 Audemars Piguet e il numero 5 Patek Philippe.

TAG Heuer, IWC, Hublot, Bulgari e Panerai hanno tutti visto una diminuzione di una o due posizioni. Hermes è salito di una posizione. E Blancpain, che era al 19° posto l’anno scorso, è uscito dalle prime 20, sostituito nientemeno che dalla sua marca entry-level Swatch, che ironicamente ha realizzato una versione economica in plastica del Fifty Fathoms quest’anno.

Rolex continua ad essere il leader di mercato, con una stima di quota di mercato totale superiore al 30%. Nonostante il presunto aumento delle vendite di Omega grazie al MoonSwatch, il brand continua a mantenere la terza posizione, dopo essere stato spodestato dalla posizione numero 2 da Cartier nel 2020. Chopard continua a restare al 20° posto.

Negli ultimi anni, abbiamo visto più estensioni di prodotto che vera innovazione, unite a aumenti di prezzo massicci, il che suggerisce che le aziende si stanno concentrando su spostare meno prodotti a prezzi più alti, ma ciò potrebbe rallentare le vendite di marchi che hanno aumentato troppo i prezzi rispetto alla domanda.

Source: LuxeConsult, Morgan Stanley Research.