L’orologio Tortue, con il suo leggendario design, ha una storia che affonda le radici nel lontano 1928 quando il cronografo monopulsante ha fatto la sua prima apparizione su questa iconica cassa. Nel 1998, questo strumento di misurazione del tempo è stato reintepretato nella prestigiosa Collection Privée Cartier Paris, mantenendo vivi i dettagli che lo rendono un simbolo di classe e raffinatezza: le lancette a pomme in acciaio azzurrato, la lancetta dei secondi con contrappeso scheletrato e i motivi triangolari che ornano gli angoli del quadrante.

Quest’anno, Cartier ha scelto di introdurre, a corollario delle semplici versioni “ore/minuti”, la complicazione del cronografo monopulsante.

IL TORTUE

Il Tortue, con la sua forma tondeggiante e sinuosa, è una delle casse di orologi più iconiche e raffinate del XX secolo. Progettata da Louis Cartier nel 1912, questa cassa ha guadagnato il soprannome di “tortue à pattes” o “tartaruga sulle zampe” per la sua somiglianza con l’animale e per il suo simbolismo di buona fortuna e longevità.

Questo nuovo orologio si inserisce perfettamente nella tradizione dei modelli rari presentati negli anni passati, come il Crash, il Tank Cintrée e il Tonneau, reinterpretati con l’obiettivo di combinare la tecnica con l’estetica in modo unico ed elegante.

Il quadrante del Tortue presenta lancette a pomme e una minuteria chemin de fer che segue il perimetro degli indici, garantendo una maggiore leggibilità. Questa nuova edizione di Cartier Privé offre il Tortue “ore/minuti” in versioni in platino o oro giallo, e introduce in anteprima assoluta per la collezione una proposta in platino adornata di diamanti taglio brillante, realizzata in soli 50 esemplari.

Nelle versioni in platino, i numeri romani sono rodiati e la cura per le finiture crea un raffinato gioco di contrasti e sfumature. Il quadrante è opalino argentato e la corona di carica è abbellita con un diamante taglio brillante nel modello ornato di diamanti, mentre nella versione in platino presenta un rubino cabochon, omaggio al prestigioso marchio Cartier. Entrambe le creazioni sono corredate da un cinturino in pelle d’alligatore rossa con fibbia ad ardiglione, impreziosito da 25 diamanti nel modello con pavé.

Nel modello in oro, il quadrante presenta una finitura dorata finemente granulata, mentre la corona di carica è impreziosita da uno zaffiro cabochon. Il cinturino è realizzato in pelle d’alligatore blu con fibbia ad ardiglione.

L’edizione in oro giallo è limitata e numerata a 200 esemplari.

CARTIER TORTUE MONOPUSHER

La prestigiosa collezione Cartier Privé si arricchisce di una nuova e affascinante complicazione: il cronografo monopulsante, alimentato dal sofisticato calibro di Manifattura 1928 MC.

Questa complicazione, che ha fatto la sua prima apparizione su un Tortue nel 1928, è stata reinterpretata nel 1998 all’interno della Collection Privée Cartier Paris, mantenendo intatti i dettagli di estrema raffinatezza che caratterizzano anche la versione attuale: le eleganti lancette a pomme in acciaio azzurrato, la lancetta dei secondi con contrappeso scheletrato e i motivi triangolari che adornano i quattro angoli del quadrante.

Per migliorare ulteriormente la leggibilità del quadrante e facilitare l’uso delle funzioni cronografiche, la minuteria chemin de fer è posizionata strategicamente all’esterno dei numeri romani, lasciando il quadrante libero da distrazioni e dedicandolo completamente ai due contatori del cronografo. Le funzioni start-stop-reset sono integrate in modo elegante in un unico pulsante situato nella corona, permettendo un’operatività fluida e intuitiva. Con uno spessore del movimento di soli 4,3 mm, questo cronografo rappresenta il vertice della sottigliezza e dell’ingegneria di precisione all’interno della Maison Cartier.

Il modello in platino si distingue per i suoi giochi di sfumature, con contatori azzurrati, quadrante opalino argentato e numeri romani con finitura rodiata, esaltando l’accostamento cromatico tipico di Cartier del platino con il rubino cabochon. La versione in oro giallo, invece, vanta lancette a pomme con una finitura dorata, un quadrante granulato color oro e una corona di carica impreziosita da uno zaffiro cabochon.

Entrambe le edizioni sono limitate a 200 esemplari numerati.