Rolex ha svelato nuovi dettagli in vista della presentazione della domanda di concessione edilizia, pubblicata venerdì nella Feuille officielle del cantone di Friburgo, tra cui la prima rappresentazione del progetto, il cui costo è stimato superare il miliardo di franchi svizzeri.

Per la costruzione della nuova manifattura, la quinta di Rolex, situata a Bulle in Svizzera, saranno utilizzate non meno di undici gru. Il progetto verrà realizzato in fasi e completato entro il 2030. La manifattura si estenderà per 380 metri. Rolex ha dichiarato che l’idea è di conferirle un “aspetto di campus”.

Queste le parole del CEO di Rolex SA, nel 2022 (ai tempi dell’acquisizione del terreno)Jean-Frédéric Dufour:
Rolex è lieta della decisione della Città di Bulle di vendere il terreno per la costruzione di un nuovo sito produttivo. Questo investimento strategico per il marchio rappresenta un passo importante nel suo sviluppo a lungo termine. Il prossimo quinto sito è situato in una posizione ideale tra Ginevra e Bienne. Grazie alla sua posizione geografica, conferma il nostro incrollabile attaccamento al “Swiss Made”. Con questo nuovo traguardo nella storia della manifattura, Rolex è orgogliosa di partecipare allo sviluppo del tessuto economico locale e di farne uno dei nuovi poli di trasmissione del suo know-how alle nuove generazioni.”

I quattro edifici saranno adibiti alla produzione e collegati tra loro per ospitare “amministrazione, supporto, ristorazione, sale riunioni e aree di riposo”, secondo Rolex. All’estremità meridionale, un’altra costruzione di 5 piani, alta 32 metri, segnerà l’ingresso principale.

Rolex istituirà inoltre un sistema per la raccolta e il trattamento delle acque piovane per il terreno circostante; non verrà utilizzata acqua potabile per i 32.000 metri quadrati di paesaggistica pianificata. Il marchio aggiungerà anche 2.750 metri quadrati di “superficie umida adatta agli anfibi”.

Rolex pianterà inoltre 500 alberi e tutte le coperture degli edifici saranno dotate di pannelli solari.

Il nuovo edificio dovrebbe essere operativo nel corso del 2029. Lo scorso anno vi avevamo parlato dell’impegno di Rolex di incrementare la produzione, costruendo 3 impianti temporanei a Villaz-Saint-Pierre e a Romont. È previsto che il sito di Romont entri in funzione all’inizio del 2025. Qui saranno impiegate tra le 250 e le 300 persone, per lo più nuovi dipendenti, che riceveranno formazione a Romont per poi lavorare a Bulle a partire dal 2029.