Dopo ben 11 anni come Partner Globale e Cronometro Ufficiale della Formula 1, Rolex passerà il testimone a LVMH, secondo fonti di Ginevra

Rolex aveva iniziato la sua collaborazione con la F1 nel 2013 con un contratto del valore di decine di milioni di dollari all’anno. Secondo le stesse fonti, il gruppo LVMH diventerà il cronometrista ufficiale a partire dalla prossima stagione, che inizierà a gennaio 2025, con un contratto annuale che si aggira intorno ai 150 milioni di dollari.

Rolex non ha fornito una motivazione per la decisione di abbandonare la F1, uno sport la cui audience è raddoppiata nell’ultimo decennio, raggiungendo 1,5 miliardi di spettatori nel 2023, il quarto sport più seguito al mondo.

Anche il “carbon footprint” della F1 ha continuato a suscitare attenzione: 24 gare, 10 squadre e migliaia di lavoratori viaggiano in tutto il mondo per intrattenimento, con un’impronta di carbonio stimata in 223.031 tonnellate di CO2 per stagione, di cui il 49% derivante solo dalla logistica dei viaggi, secondo l’ultimo rapporto della F1. Un elemento in qualche modo contrastante con l’iniziativa volta alla salvaguardia del Pianeta, che Rolex porta avanti con progetti filantropici e Perpetual Planet.

Un possibile ritorno di Tag Heuer sui grandi schermi? Forse. Sicuramente il nuovo CEO Julien Tornare, ex CEO di Zenith, può aver contribuito a un cambio di marcia. Così dopo aver concluso egregiamente il suo mandato presso la maison di LeLocle, il primo importante step di rilancio di Tag Heuer potrebbe essere proprio la riconessione con un mondo caro al marchio: quello della Formula 1 !

Noi del Team di Perpetual Passion restiamo in trepidante attesa di scoprire quale brand del gruppo LVMH porterà avanti il testimone e come Rolex riposizionerà in ambito di comunicazione, un così corposo investimento.